• Azienda - Sicea

     

News

D.M. 4 agosto 2014 n. 139: TUTTE LE NOVITA'

Regolamento recante modifica al decreto del Ministro della giustizia 18 ottobre 2010, n. 180, sulla determinazione dei criteri e delle modalita' di iscrizione e tenuta del registro degli organismi di mediazione e dell'elenco dei formatori per la mediazione nonche' sull'approvazione delle indennita' spettanti agli organismi, ai sensi dell'articolo 16 del decreto legislativo n. 28 del 2010.
Entrata in vigore del provvedimento: 24/09/2014

Il 23 settembre è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto ministeriale 4 agosto 2014, n. 139, recante modifiche al D.M.180/2010.

...

Leggi l'articolo...

PROFESSIONE MEDIATORE: FACCIAMO CHIAREZZA

Il Decreto 18 ottobre 2010 n. 180 indica al capitolo 4 comma 3 quali sono i requisiti necessari per l'accesso alla professione di Mediatore civile e commerciale:

" Il responsabile verifica altresì:
a) i requisiti di qualificazione dei mediatori, i quali devono possedere un titolo di studio non inferiore al diploma di laurea universitaria triennale ovvero, in alternativa, devono essere iscritti a un ordine o collegio professionale;
b) il possesso di una specifica formazione e di uno specifico aggiornamento almeno biennale, acquisiti presso gli enti di formazione in base all’articolo 18;
c)  il possesso, da parte dei mediatori, dei seguenti requisiti di onorabilità:
a. non avere riportato condanne definitive per delitti non colposi o a pena detentiva non sospesa;
b. non essere incorso nell'interdizione perpetua o temporanea dai pubblici uffici;
c. non essere stato sottoposto a misure di prevenzione o di sicurezza;
d. non avere riportato sanzioni disciplinari diverse dall'avvertimento; "

Nello specifico l'iscrizione ai seguenti Ordini e Collegi permette l'accesso al Corso di formazione per Mediatori civili e commerciali e, in caso di superamento del corso, l'ammissione alla professione di Mediatore civile e commerciale:

Consiglio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici Laureati
Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori
Assistenti Sanitarie e Vigilatrici d’Infanzia;
Consiglio Nazionale degli Assistenti Sociali
Consiglio Nazionale degli Attuari
Consiglio Nazionale dei Biologi
Consiglio Nazionale dei Chimici
Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro
Consiglio Nazionale dei Dottori Agronomi e Forestali
Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili (in cui è confluito il Collegio dei Ragionieri)
Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani
Consiglio Nazionale Forense
Consiglio Nazionale dei Geologi
Consiglio Nazionale dei Geometri
Ordine Nazionale dei Giornalisti
Federazione Nazionale dei Collegi degli Infermieri Professionali
Consiglio Nazionale Ingegneri
Federazione Nazionale Medici Chirurghi e degli Odontoiatri
Ordine dei Medici Veterinari;
Consiglio Nazionale del Notariato
Federazione Nazionale dei Collegi delle Ostetriche
Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati
Consiglio Nazionale dei Periti Industriali e Periti Industriali Laureati
Consiglio Nazionale degli Psicologi
Federazione Nazionale dei Collegi di Tecnici Sanitari di radiologia medica
Consiglio Nazionale degli Spedizionieri Doganali
Federazione Nazionale degli Ordini dei Veterinari
Consiglio Nazionale degli Agenti di Cambio

 

MEDIAZIONE DELEGATA: LE ORDINANZE DEL TRIBUNALE DI FIRENZE E MILANO

Negli ultimi mesi si assiste allo sviluppo di una vera e propria giurisprudenza in materia di mediazione, in particolare in riferimento all’esercizio della MEDIAZIONE DELEGATA DAL GIUDICE.
...
L’ultimo intervento in ordine di tempo in materia è l’ordinanza 21 marzo 2014 del Tribunale di Milano, che combina la proposta conciliativa del Giudice con la riserva di disporre la mediazione, in caso di mancata accettazione della proposta. 
 
Si riferiscono esclusivamente alla mediazione, ed in particolare alla mediazione disposta dal Giudice, invece, le ordinanze 17 e 19 marzo 2014 del Tribunale di Firenze; queste ultime toccano l’individuazione di due requisiti del tentativo obbligatorio richiesti, secondo il Tribunale, a pena di improcedibilità:
 
-la partecipazione personale delle parti al tentativo di mediazione
-lo svolgimento di un vero e proprio tentativo di mediazione, e non solo di un primo incontro informativo
 

F1C 3960 BASS

 

 

ON LINE DISPUTE RESOLUTION: L'INFORMATICA A SUPPORTO DEGLI UTENTI SICEA

SICEA S.p.A. è al fianco dei propri utenti sempre e studia soluzioni per superare le barriere che impediscono la comunicazione tra le parti: da oggi, per facilitare l’incontro ed il confronto tra parti distanti fisicamente tra loro, SICEA ha sviluppato ed implementato la procedura O.D.R. per consentire lo svolgimento dell’intera procedura di Mediazione attraverso l’uso delle moderne tecnologie informatiche.

SICEA-337 2

Contatta le sedi SICEA per tutti i dettagli sulla procedura On Line Dispute Resolution.

LEGGI L'ARTICOLO

TUTELA DEI MINORI E RESPONSABILITA' DEI MAGGIORI

L'ascolto del minore nei procedimenti che lo riguardano. Profili di diritto interno e sovranazionale nel quadro della giurisprudenza di merito e di legittimità.
Relazione al seminario "L'ascolto del minore. profili giuridici ed extragiuridici" del 28 giugno 2013 dell'Osservatorio sul diritto di famiglia - sezione Pisa.

F1C 4004 bass

Autore: Avv. Giuseppe Mazzotta

Leggi l'articolo...

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Ti preghiamo di cliccare il pulsante a fianco per accettarne l'utilizzo